Cosa dobbiamo aspettarci dal 2011 ?

View previous topic View next topic Go down

Cosa dobbiamo aspettarci dal 2011 ?

Post  corrieredeltennis on Thu 29 Dec 2011 - 18:51

http://corrieretennis.altervista.org/?p=243

Ormai siamo a fine anno e possiamo tranquillamente affermare che il 2011 è alle spalle. Un anno che ha portato alla rivalsa un grande campione come Djokovic rispetto ai ben più quotati Nadal e Federer. Un anno che ha visto dolci ritorni come quello di Del Potro o come quello di Tsonga nel finale di stagione. Un anno che ha regalato un vento di novità per gli appassionati del tennis mondiale che rappresenta probabilmente un preludio a nuovi tennisti che possono conquistare quei trofei che soltanto fino ad un anno fa pensavamo appartenessero ad una potestà svizzera-spagnola.

Tra i volti da tener d’occhio per questa nuova stagione troviamo ovviamente i fab four, con una strizzatina d’occhio per Murray, il quale ormai è rimasto l’unico a dover ancora conquistare un Major; ma è comunque da analizzare lo stato psicologico di Rafa, infatti bisogna vedere se il maiorchino avrà definitivamente digerito le sberle subite da Novak Djokovic nel 2011; per quanto riguarda Federer invece bisognerà osservarne lo stato fisico dopo un finale di stagione strabiliante; ed infine vedere come il numero 1 del mondo Nole si stia preparando per questo nuovo anno, dopo quello appena trascorso con una serie innumerevole di successi. Ma procediamo per ordine.

ANDY MURRAY. Lo scozzese è sempre al centro dei riflettori del tennis e dello sport inglese perché rappresenta ancora quel talento che deve definitivamente esplodere; ormai sono anni che aspettiamo caricandolo forse di troppe aspettative che il ragazzo di Dunblane evidentemente sente di ricevere. Un altro anno è passato ed un altro anno è alle porte, questo significa nuove possibilità per tirar fuori davvero gli attributi per far in modo che quella maledetta casella di Major, che non conta ancora alcun titolo, possa esser riempita con un bel trionfo anche nel locus dove Murray non ha ancora impresso la sua firma. Se anche questo sarà l’ennesimo Flop tutto sommato per Murray rappresenterà un male minimo data la sua età; ma questo di certo non lo eleverà al livello dei suoi tre colleghi ben più illustri.

RAFAEL NADAL. Quale sarà la reazione di un toro dopo aver incontrato un torero che riesce a mandarlo davvero su tutte le furie riuscendo sempre a prendersi gioco della bestia? Il paragone è calzante sia perché stiamo parlando di uno spagnolo e quindi noi tutti ben sappiamo che la corrida è uno sport molto popolare in Spagna; beh il segno per antonomasia di Rafael Nadal è proprio il toro, come egli stesso fa intendere con il suo personalissimo logo a forma di corna. Beh se Nadal è il toro ingabbiato in questa trappola, il torero non può esser certo che quell’uomo che durante quest’annata tennistica lo ha deriso per sei volte su altrettanti scontri. Il personaggio in questione è Djokovic. Riuscirà il campione spagnolo a ritrovare il suo tennis senza avere un deficit mentale che lo ha limitato per tutto il 2011? Riuscirà Rafa a battere Nole indirizzandosi verso la retta via? Se conosciamo l’individuo questo non lo escludiamo, dato che Nadal ci ha abituati a cadere per poi rialzarsi più forte e grintoso di prima. Il banco di prova è tutto per Rafa.

ROGER FEDERER. Veniamo a lui. L’uomo del finale di stagione del 2011. L’uomo che ha dato un senso alla propria stagione soprattutto nel finale (con il rispetto di tutti i tennisti, che probabilmente se avessero fatto solo il 40% di quello che ha fatto Roger quest’anno sarebbero entusiasti; ma si sa, qui stiamo parlando di Federer e non di un comune mortale). Il finale di stagione si è tinto praticamente a colori rossi e bianchi da Basilea fino alla celebrazione finale del Master che chiude le porte alla stagione tennistica del 2011. Complimenti a lui, ma il bello, come dicono in tanti, viene adesso; e sarà interessante vedere quanto lo svizzero sia ancora in palla dopo il Master e, soprattutto, alla vigilia di un Major come quello degli Australian Open, dato che l’ultimo successo negli Slam del fenomeno di Basilea risale proprio nella terra dei canguri nel lontano 2010. Anche per te, Roger, il banco di prova è pronto.

NOVAK DJOKOVIC. Chi sicuramente non ha bisogno di ulteriori banchi di prova è il campione ed il Re indiscusso del 2011. Si, non stiamo parlando né di Federer, né di Nadal, ma del serbo Novak Djokovic. Il tennista di Belgrado, quest’anno si è tolto notevoli soddisfazioni come conquistare 3 titoli su 4 dello Slam; come battere Nadal 6 volte e Federer 5, uscendo sconfitto solo una volta, negli scontri con i due, per mano dello svizzero al Roland Garros. Un anno non da incorniciare, ma di più. La domanda che ci si può porre a questo punto è: si è trattato di un fulmine a ciel sereno, o Djokovic ha definitivamente fatto esplodere tutto il suo potenziale per poter rimanere al comando della classifica Atp per diverso tempo? Il 2012 ci mostrerà se Djokovic è rimasto lo schiacciasassi che non lasciava neanche le briciole ai suoi avversari, oppure se il serbo subirà un calo a causa delle troppe pressioni che ha fatto costruire su di sé. Diamo tempo al tempo e, chi vivrà vedrà.

Ovviamente del tennis mondiale non fanno parte, per nostra fortuna, solo i fab four; ma ci sono numerosi tennisti che possono dire la loro nella prossima stagione. Tra quelli più citati troviamo sicuramente Juan Martin Del Potro e Jo-Wilfried Tsonga . Per quanto riguarda l’argentino, si è mostrato in forma nell’ultima apparizione, in Coppa Davis, dove è riuscito a rifilare un bel 6-1 a Nadal sulla superficie prediletta dal maiorchino. I colpi pian piano stanno tornando e saranno quelli a fare la differenza tra un top player come DelPo, e un qualsiasi altro tennista normale. Inoltre, il gigante di Tandil, ha dimostrato già in passato di esser in grado di battere i massimi esponenti di questo sport (come successe a New York nel 2009) ed è uno dei pochi ad aver uno Slam già in bacheca al di fuori di Roger, Rafa e Nole. Se non mettiamo lui in lista d’attesa tra i campioni del prossimo 2012, chi dovremmo mettere? Il francese si è dimostrato all’altezza della posizione in classifica che occupa in queste settimane. Il suo talento lo aveva già dimostrato nel 2008, quando era ancora un pargoletto e quando riuscì a far fare una brutta figura a Nadal agli Australian Open, venendo fermato solo da un super Nole in finale. Quest’anno non si è risparmiato ed ha sbattuto fuori Federer dal suo giardino di Wimbledon con una determinazione a dir poco rarissima (ricordiamo che il francese era sotto di due set contro Roger); inoltre ha raggiunto la finale del Master venendo sconfitto solo da Federer. JoJo ha migliorato notevolmente tutti i suoi colpi ed ha anche annunciato di voler innalzare ancora una volta l’asticella del suo tennis; i suoi avversari sono avvisati.

Tra gli altri che potrebbero aver voglia di rivalsa in questo 2012 potremmo trovare i “soliti” Roddick e Berdych, ma anche il giovane Raonic, il quale alla tenera età di 21 anni è già arrivato ad occupare la 25 posizione del ranking mondiale. Mica male per essere un giovanotto. Per quanto riguarda Roddick e Berdych, ci si aspetta, dal primo una rivalsa ed una voglia di tornare ad i livelli che gli competono, ovvero al livello dei top players; dal secondo quel salto di qualità che lo farebbero diventare quel campione affermato che, per sua negligenza, ancora non è.

In poche parole l’anno tennistico che sta per aprirsi potrebbe celare nuove sorprese e si presta ad essere tra i più interessanti degli ultimi 10 anni. Beh con queste ipotesi non resta che mettersi comodi sul divanetto e assistere allo spettacolo che i nostri campioni potranno offrirci. Buon tennis a tutti.

corrieredeltennis

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 2011-12-28

View user profile

Back to top Go down

View previous topic View next topic Back to top

- Similar topics

 
Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum