WIMBLEDON - LONDRA (£14.600.000):20 giugno 2011 - erba, outdoor

View previous topic View next topic Go down

WIMBLEDON - LONDRA (£14.600.000):20 giugno 2011 - erba, outdoor

Post  poseidon on Sat 18 Jun 2011 - 21:16

WIMBLEDON

THE LAWN TENNIS CHAMPIONSHIP
Location: London, England
Dates: 20 JUNE-3 JULY, 2011
Prize Money: UK £6,631,000 (Prize Money=Men's Singles, Doubles, Qualifying)
128 DRAW

SITE: THE ALL ENGLAND LAWN TENNIS & CROQUET CLUB
CHURCH ROAD, WIMBLEDON, LONDON SW19 5AE, ENGLAND
SURFACE: GRASS
BALL: SLAZENGER
WEB SITE:
http://www.wimbledon.org/en_GB/index.html


Last edited by poseidon on Sat 18 Jun 2011 - 21:21; edited 1 time in total

poseidon

Messaggi : 201
Data d'iscrizione : 2011-06-03
Età : 40
Località : Cava Dei Tirreni(SA)

View user profile

Back to top Go down

WIMBLEDON - LONDRA (£14.600.000):20 giugno-3 luglio 2011 - erba, outdoor

Post  poseidon on Sat 18 Jun 2011 - 21:20

Isner contro Mahut, un anno dopo. Il sorteggio li ha (crudelmente?) messi di nuovo di fronte, al primo turno. Il senso di deja vu sarebbe completo solo se il match si dovesse svolgere sul campo 18, ma già Mahut aveva espresso il desiderio di non tornare su quel campo, indipendentemente dall’avversario, per non essere condizionato dall’intensità delle emozioni, e anche della delusione, per una sconfitta simile. In ogni caso, potrebbe diventare il match di primo turno con più attenzione mediatica e più spettatori della storia dei Championships. Chissà che gli organizzatori, stavolta, non optino per il Centrale.

Venendo ai big, Federer e Nadal, almeno uno dei quali ha sempre raggiunto la finale dal 2003 al 2010, non sono dalla stessa parte. Nadal, come l’anno scorso, ha la semi teorica con Murray (in un quarto che vede inseriti anche Gasquet, Monfils e Roddick), Federer di nuovo con Djokovic, come a Parigi. La vittoria del miglior Federer visto su terra rossa ha dermato a 44 la serie di vittorie consecutive del serbo e permesso a Nadal di difendere la vetta del ranking.

A 25 anni, gli stessi che aveva Borg quando decise di smettere dopo le due sconfitte consecutive in finale a Wimbledon e Flushing Meadows contro McEnroe), il maiorchino ha bisogno di confermare il titolo del 2010, a patto di non sfidare Djokovic in finale, per difendere la vetta del ranking. L’erba, però, non è certo la superficie migliore per il serbo, che ha vinto 25 titoli in carriera, ma nessuno sui “prati”. L’ultimo a vincere il suo primo torneo in carriera sull’erba di Wimbledon è stato Agassi, nel 1992.

Un eventuale settimo sigillo londinese potrebbe confermare anche per il 2011 Roger Federer, all’ultimo Slam prima di entrare negli “enta”, in vetta alla classifica degli sportivi più ricchi. Nel 2010, secondo la graduatoria stilata da Sports Illustrated, i suoi guadagni tra montepremi e sponsor (Nike, Rolex, Wilson, Gilette, Jura, Mercedes-Benz e Lindt, tra gli altri) sono arrivati a 52,8 milioni di dollari. E renderebbe più ricca anche...la Oxfam, un’organizzazione a scopi benefici inglese. Nicolas Newlife (nomen omen), alla sua morte nel febbraio 2009 ha lasciato le sue proprietà immobiliari e le sue vincite derivanti dalle scommesse alla Oxfam. Nel 2003 Newlife aveva giocato l’equivalente di 3 mila dollari sulla possibilità che Federer riuscisse a vincere sette volte Wimbledon prima del 2019 (scommessa quotata all’epoca 66:1). Una sua vittoria porterebbe all’organizzazione circa 200 mila dollari.

PRIMO QUARTO
Nadal, campione in carica, con un record di 29 vittorie e 4 sconfitte ai Championships, inaugurerà il programma del Centrale, come da tradizione, al primo turno contro l’americano Michael Russell (in passato celebre per le “quasi vittorie” contro Kuerten al Roland Garros 2001, in cui arrivò a match point, e Hewitt agli Australian Open 2007, quando sprecò un vantaggio di due set a zero). A Wimbledon Russell non è mai andato oltre il secondo turno, raggiunto l’anno scorso: perse da Fognini. Il ligure potrebbe affrontare Rafa al terzo turno: il debutto non sarà dei più facili, contro Milos Raonic, testa di serie numero 31 che, soprattutto nei primi giorni del torneo, quando l’erba non è ancora consunta, può diventare una delle mine vaganti più pericolose del tabellone. Al secondo avrebbe Gilles Muller o Tommy Haas: al di là delle considerazioni anagrafiche e dei tanti infortuni del tedesco-americano, un match da guardare. Anche perché Muller è uno dei due giocatori (l’altro è Srichapan) diversi da Federer capaci di battere Nadal a Wimbledon.

Promette scintille il possibile ottavo tra Rafa e Del Potro, dopo quello atteso e non giocato a Madrid per il ritiro dell’argentino. Delpo apre con un qualificato e avrebbe al secondo Rochus (o un altro qualificato).

SECONDO QUARTO
Probabilmente, insieme all’ultimo, è il più bel quarto di tabellone. “Comandato” da Murray, che esordirà contro Gimeno Traver e avrà al secondo turno il tedesco, in grande crescita, Kamke (che l’anno scorso battè Seppi) o lo sloveno Kavcic. Possibile terzo turno con Ljubicic o Cilic (che si affrontano in uno dei primi turni più interessanti del torneo, insieme a Verdasco-Stepanek). Probabile anche un terzo turno dedicato agli esteti del rovescio a una mano tra Gasquet (che apre con Giraldo) e Wawrinka (che debutta con Starace). Potrebbero ritrovarsi in ottavi, così, i protagonisti del primo match giocato col tetto coperto nella storia di Wimbledon. Nella parte bassa del quarto, da segnalare il primo turno tutto slavo tra Karlovic e Tipsarevic, avviati a un possibile terzo turno contro Monfils, di cui bisognerà però verificare le condizioni dopo la volée in tuffo, che gli è costata un dolore alla spalla, nella semifinale persa a Halle da Kohlschreiber. La parte bassa del quarto vede anche la presenza di Andy Roddick: per lui debutto contro un qualificato e possibile terzo turno contro Lopez (avviato a un secondo turno contro Bellucci, che potrebbe diventare una delle prime teste di serie a cadere).

TERZO QUARTO
Entriamo in zona-Federer, che chiude il quarto. Per lui debutto con Kukushkin, secondo turno con Mannarino o un qualificato e terzo turno teorico contro l’ex bestia nera David Nalbandian, che ha vinto le prime cinque sfide contro lo svizzero (che conduce 10-8): i due non si affrontano dal 2008. Sarebbe il loro primo confronto diretto sull’erba. Questa è soprattutto la zona di Isner-Mahut, e di Youzhny, che avrà Monaco all’esordio (non un cliente facile, ma sull’erba, che non è la sua superficie, meglio trovarlo all’inizio che nel prosieguo del torneo quando si scambia meglio da fondo): si rischia la sorpresa comunque. Nella parte alta del quarto, l’eventuale secondo turno Tsonga-Dimitrov parrà la nobilitate del bulgaro (entrambi esordiscono con qualificati). Occhi puntati sul primo turno tra il guru Dolgopolov e Fernando Gonzalez.

QUARTO TURNO
Entiamo in area Djokovic, avviato a un quarto più che mai aperto contro Robin Soderling. Nole esordirà con Jeremy Chardy, che col suo tennis rischiosissimo, e dunque difficile da mantenere efficace con continuità, se in giornata potrebbe essere già un test attendibile per il serbo, che comunque ha sempre vinto nei cinque precedenti confronti diretti senza mai perdere un set. Nole avrebbe poi un teorico terzo turno con Baghdatis (protagonista di un primo turno, forse un po’ nostalgico, contro James Blake) e un eventuale ottavo con Llodra, che l’ha battuto l’anno scorso a Bercy (ma Djoko è avanti 2-1). Il francese esordirà contro Jeremy Ward, che al Queen’s ha trovato la settimana della vita. Nella parte alta di questa sezione, Soderling non potrà permettersi alcuna fase di rodaggio: Petzschner al primo turno è uno dei clienti peggiori possibili per lo svedese. Il tedesco, se avrà risolto i problemi di schiena che lo hanno costretto al ritiro in finale ad Halle, può imporre variazioni continue e costringere Soderling ad alzare molte palle basse e perfide: possibile sorpresa in agguato. Il vincente di questo match troverà Kei Nishikori o Lleyton Hewitt, precipitato al numero 130 del ranking: Jimmy Courier, che ha aspettato quasi sette anni dall’ultima vittoria in uno Slam prima di ritirarsi, l’ha spinto a continuare a giocare finché sente di avere le giuste motivazioni perché, comunque, “il tennis sarà più povero senza di lui”.

Quattro quarti di finale e una semifinale. Questo il bottino inglese in oltre duecento edizioni di Wimbledon da parte dei tennisti italiani. Riusciranno i nostri eroi a fare di meglio nell'edizione 2011? Tolta infatti la semifinale di Nicola Pietrangeli nel 1960 (avanti due set a uno contro Rod Laver, perse poi al quinto) e i quarti di finale di Adriano Panatta nell’anno di grazia 1976, le presenze italiane nei giorni che contano del torneo sono rare. La prestazione migliore di un italiano in epoca recente è quella di Davide Sanguinetti, bravo a raggiungere i quarti di finale mentre nelle donne il bilancio parla di tre quarti di finale raggiunti da Francesca Schiavone (2009), Silvia Farina (nel 2003) e da Laura Golarsa (nel 1989). Ma veniamo ora al sorteggio con quattro tennisti nel tabellone maschile e sei nel femminile, sperando nelle qualificazioni per infoltire la pattuglia tricolore.

Fatta eccezione per Andreas Seppi, che in un ottimo stato di forma trova un terraiolo puro come Montanes, che sull'erba non può e non deve rappresentare un problema, agli altri tre italiani in gara è andata molto male. Difficile stabilire a chi fra Volandri, Fognini e Starace è capitato l'avversario peggiore, tale è la caratura di questi.

Volandri – Berdych
Un top ten. Niente male per Filippo Volandri che è chiamato a un primo turno di quelli proibitivi su una superficie a lui non esattamente congeniale. Potrà giocare libero da obblighi mentali, ammesso che questo aiuti. Più verosimilmente, potrà sperare in una giornata di quelle che a Berdych non capitano neanche troppo spesso, ma il divario è tale che neanche la luna storta del ceco potrebbe far pendere dalla parte di Volandri l'incontro.

Starace – Wawrinka
Anche qui vale il discorso fatto per Volandri. Netto il divario fra i due, così come l'adattabilità sulla superficie. Per il tennista napoletano un turno fra i più difficili in assoluto.

Seppi – Montanes
Le alte rotazioni di Montanes non risulteranno un problema per il tennista italiano, in ottima forma in questo periodo proprio sull'erba. Seppi non dovrebbe avere problemi nel regolare Montanes. Rispetto agli altri italiani, l'altoatesino può davvero ringraziare la dea bendata. Sarà lui con molta probabilità l'unico italiano che approderà al secondo turno.

Fabio Fognini (34) - Milos Raonic (26)
Nessun precedente fra i due, vista anche la loro giovane età. A Fabio Fognini che si riaffaccia alle competizioni dopo l'ottimo risultato dello Slam parigino è toccato un turno ostico: la promessa Milos Raonic. Il canadese di origine serba è in perenne ascesa anche se deve ancora lasciare impresso il suo nome in un torneo importante. Potrà essere Wimbledon quello buono? Intanto ha tutte le caratteristiche tecniche per fare male su erba, a cominciare dal servizio. Bisognerà verificare le condizioni del tennista ligure, cui non mancano di certo i colpi e la tecnica per gareggiare a pari livello col suo avversario.

Tabellone 1° turno maschile:

Parte alta

[1] Rafael Nadal (ESP) vs Michael Russell (USA)
Pablo Andujar (ESP) vs Ryan Sweeting (USA)
(WC) Gilles Muller (LUX) vs (PR) Tommy Haas (GER)
[31] Milos Raonic (CAN) vs Fabio Fognini (ITA)

[24] Juan Martin Del Potro (ARG) vs (Q)
Olivier Rochus (BEL) vs (Q)
Frederico Gil (POR) vs (WC) Dudi Sela (ISR)
[15] Gilles Simon (FRA) vs (Q)

[10] Mardy Fish (USA) vs Marcel Granollers Pujol (ESP)
Philipp Kohlschreiber (GER) vs Denis Istomin (UZB)
Robin Haase (NED) vs Pere Riba (ESP)
[21] Fernando Verdasco (ESP) vs Radek Stepanek (CZE)

[25] Juan Ignacio Chela (ARG) vs (Q)
Donald Young (USA) vs Alex Bogomolov Jr. (USA)
Julien Benneteau (FRA) vs (Q)
[6] Tomas Berdych (CZE) vs Filippo Volandri (ITA)

[4] Andy Murray (GBR) vs Daniel Gimeno-Traver (ESP)
Tobias Kamke (GER) vs Blaz Kavcic (SLO)
Sergiy Stakhovsky (UKR) vs (WC) Daniel Cox (GBR)
[27] Marin Cilic (CRO) vs Ivan Ljubicic (CRO)

[17] Richard Gasquet (FRA) vs Santiago Giraldo (COL)
Igor Kunitsyn (RUS) vs (Q)
(Q) vs (Q)
[14] Stanislas Wawrinka (SUI) vs Potito Starace (ITA)

[9] Gael Monfils (FRA) vs Matthias Bachinger (GER)
Robert Kendrick (USA) vs (Q)
(WC) Arnaud Clement (FRA) vs (Q)
[23] Janko Tipsarevic (SRB) vs Ivo Karlovic (CRO)

[30] Thomaz Bellucci (BRA) vs Rainer Schuettler (GER)
Feliciano Lopez (ESP) vs Michael Berrer (GER)
Jaroslav Pospisil (CZE) vs Victor Hanescu (ROU)
[8] Andy Roddick (USA) vs (Q)


Parte bassa

[7] David Ferrer (ESP) vs Benoit Paire (FRA)
Ivan Dodig (CRO) vs (Q)
Carlos Berlocq (ARG) vs (Q)
[26] Guillermo Garcia-Lopez (ESP) vs Andrey Golubev (KAZ)

[22] Oleksandr Dolgopolov (UKR) vs (PR) Fernando Gonzalez (CHI)
Ruben Ramirez-Hidalgo (ESP) vs (Q)
Grigor Dimitrov (BUL) vs (Q)
[12] Jo-Wilfried Tsonga (FRA) vs (Q)

[16] Nicolas Almagro (ESP) vs Jarkko Nieminen (FIN)
John Isner (USA) vs Nicolas Mahut (FRA)
Somdev Devvarman (IND) vs Denis Gremelmayr (GER)
[18] Mikhail Youzhny (RUS) vs Juan Monaco (ARG)

[28] David Nalbandian (ARG) vs Julian Reister (GER)
Florent Serra (FRA) vs Andreas Haider-Maurer (AUT)
Adrian Mannarino (FRA) vs (Q)
[3] Roger Federer (SUI) vs Mikhail Kukushkin (KAZ)

[5] Robin Soderling (SWE) vs Philipp Petzschner (GER)
Kei Nishikori (JPN) vs Lleyton Hewitt (AUS)
Igor Andreev (RUS) vs Teymuraz Gabashvili (RUS)
[29] Nikolay Davydenko (RUS) vs (Q)

[20] Florian Mayer (GER) vs (WC) Daniel Evans (GBR)
Xavier Malisse (BEL) vs Mischa Zverev (GER)
Ernests Gulbis (LAT) vs Dmitry Tursunov (RUS)
[11] Jurgen Melzer (AUT) vs (WC) Alejandro Falla (COL)

[13] Viktor Troicki (SRB) vs Maximo Gonzalez (ARG)
Yen-Hsun Lu (TPE) vs Tommy Robredo (ESP)
Ricardo Mello (BRA) vs (Q)
[19] Michael Llodra (FRA) vs (WC) James Ward (GBR)

[32] Marcos Baghdatis (CYP) vs James Blake (USA)
Andreas Seppi (ITA) vs Albert Montanes (ESP)
Kevin Anderson (RSA) vs Illya Marchenko (UKR)
[2] Novak Djokovic (SRB) vs Jeremy Chardy (FRA)

************************************
Serena in alto, Venus in basso. E’ questo l’esito del sorteggio del tabellone femminile di Wimbledon 2011. La lettura del draw non può prescindere dalla presenza delle sorellone. Al di là delle sconfitte a Eastbourne, hanno già dato la sensazione di giocarsela alla pari con le top 20. Ma soprattutto hanno margini di miglioramento impressionanti. I match di questa settimana sono serviti per togliersi la ruggine di dosso, ed è probabile che a Wimbledon la loro condizione sarà in crescendo. Dovessero passare indenni i primi turni, saranno via via sempre più favorite. Serena ha un tabellone discreto, almeno sulla carta. Prima la Rezai, poi una tra Halep e Jovanovski. Se è al massimo, non teme nessuna (o quasi). Venus, accreditata della 23esima testa di serie, ha un tabellone complicato. A parte un affascinante secondo turno contro l’eterna Kimiko Date, avrebbe la Jankovic al terzo turno e la Zvonareva negli ottavi. Dovesse emergere….Prima di entrare nel dettaglio, due righe sulle italiane: la Schiavone ha un esordio complicato contro la Dokic, ma se dovesse passare il tabellone non è malvagio. La Pennetta parte contro Irina Begu, poi avrebbe la Bartoli al terzo turno. C’è attesa per Roberta Vinci, data in forma strepitosa. L’urna non le ha sorriso: un primo turno complicato contro la Dushevina sarebbe il prodromo per un terzo proibitivo contro Petra Kvitova, semifinalista in carica. Adesso analizziamo il tabellone nel dettaglio.

PRIMO QUARTO
Dopo aver scelto di giocare il torneo casalingo di Copenaghen, Caroline Wozniacki esordirà sull’erba direttamente a Wimbledon. Contro la Parra Santonja, ottima colpitrice, avrà modo di adattarsi ai prati. Interessante secondo turno contro Mirza o Razzano, ancora di più il terzo contro la Gajdosova, uno dei migliori servizi del circuito. A parte la numero 1, è una zona di tabellone molto competitiva. C’è Samantha Stosur, ma soprattutto Maria Sharapova. La siberiana è la favorita numero 1 togliendo la tara delle Williams, ma avrà le sue gatte da pelare. Esordio non banale contro la Chakvetadze (che è pur sempre una ex top 10), poi la baby Robson (match da campo centrale) e un eventuale ottavo contro la Stosur. A proposito di giovani britanniche, c’è anche la Watson. Un eventuale secondo turno contro la Goerges sarebbe da non perdere.
E' andata decisamente meglio che nel maschile e non solo per le teste di serie. Alla tennista del momento, Romina Oprandi, tocca una terraiola pure così come alla Pennetta, cui tocca la romena Begu in un turno abbordabile. Male è andata alla Schiavone chiamata a confrontarsi con Jelena Dokic che vanta una semifinale a Wimbledon e che ha battuto recentemente la Pennetta su erba. Buon sorteggio anche per la Vinci.

SECONDO QUARTO
Presidiato da Na Li e Serena Williams, ospita ben tre italiane. La campionessa del Roland Garros potrebbe rischiare già al secondo turno contro la rampante Lisicki (vincitrice di 10 degli ultimi 11 match su erba). Negli ottavi è probabile che arrivi la Radwanska, sembra abbastanza a suo agio sull’erba. Un terzo turno tra la polacca e la Ivanovic, ad ogni modo, sarebbe da non perdere. Serena ha tutte avversarie che sulla carta non dovrebbero metterla in difficoltà ma che potrebbero approfittare delle sue precarie condizioni. Contro l’attuale Rezai non dovrebbe avere problemi, mentre al terzo turno una tra Kirilenko e Shvedova potrebbe essere un test indicativo. Molto interessante un ottavo contro Marion Bartoli, a meno che una tra Oprandi o Pennetta decida di fare un bel torneo. Flavia, se è incondizione, non dovrebbe avere problemi fino al terzo turno, mentre l’italosvizzera ha buone chance contro la Dominguez Lino e poi si misurerebbe con Marion. C’è anche Alberta Brianti: match difficile (proibitivo?) contro Maria Kirilenko.

TERZO QUARTO
Il torneo e le ambizioni di Francesca Schiavone passano dall’esordio contro Jelena Dokic. Che non è più la numero 4 del mondo o il baby fenomeno che nel 1999 battè la Hingis e nel 2000 giunse in semifinale. Ma adesso è una giocatrice completa, matura e soprattutto serena. E’ dunque un match di difficoltà medio-alta. Dovesse farcela, tuttavia, avrebbe la strada in discesa verso gli ottavi dove ad attenderla potrebbe esserci Andrea Petkovic. La giocatrice di più alta classifica in questo spot è Victoria Azarenka, ma la bielorussa non è mai stata un’erbivora e a Eastbourne è stata costretta a ritirarsi. Può rischiare già al primo turno contro la Rybarikova, ma la più in forma in questa zona di tabellone sembra essere Daniela Hantuchova, che sta giocando bene da almeno un mese. C’è anche Sara Errani, reduce dall’exploit sfiorato contro la Kuznetsova: primo turno molto complicato contro la picchiatrice estone Kaia Kanepi, quartofinalista nel 2010. A naso, questo tabellone sembra offrire una buona chance alla Hantuchova. Forse neanche lei ci avrebbe sperato, soprattutto dopo la semifinale gettata via qualche anno fa in Australia.

ULTIMO QUARTO
Vera Zvonareva è numero 2 del tabellone e finalista in carica, ma la più forte in questo spot è Venus Williams. In 13 partecipazioni, la Venere Nera ha vinto 5 volte e in 11 occasioni è giunta almeno nei quarti. Il suo tabellone non è semplicissimo: pescherà Jankovic o Martinez Sanchez al terzo, e proprio la Zvonareva negli ottavi. La russa, tra l’altro, potrebbe pescare la Pironkova al terzo turno in una riedizione della semifinale del 2010. Il fatto è che la bulgara è lontana parente di quella dell’anno scorso. L’occasione sciupata contro Serena a Eastbourne non avrà certo migliorato il suo umore. C’è anche Roberta Vinci, l’italiana più in forma del momento. Se passa il primo turno, avrebbe un terzo complicato ma affascinante contro la Kvitova. Lì è nettamente sfavorita, ma se dovesse fare il miracolo avrebbe buone chance negli ottavi contro Kuznetsova o Wickmayer.

E' andata decisamente meglio che nel maschile e non solo per le teste di serie. Alla tennista del momento, Romina Oprandi, tocca una terraiola pure così come alla Pennetta, cui tocca la romena Begu in un turno abbordabile. Male è andata alla Schiavone chiamata a confrontarsi con Jelena Dokic che vanta una semifinale a Wimbledon e che ha battuto recentemente la Pennetta su erba. Buon sorteggio anche per Roberta Vinci.

Flavia Pennetta (21) - Irina Camelia Begu (79)
Nessun precedente fra le due. La romena, classe 1990, non ha mai vinto un titolo Wta in carriera. La Pennetta può (deve) farcela.

Alberta Brianti (55) - Maria Kirilenko (27)
Alla Brianti tocca la russa Kirilenko, un match in cui parte contro il pronostico.

Tabellone 1° turno femminile:

Parte alta

[1] Caroline Wozniacki (DEN) vs Arantxa Parra Santonja (ESP)
Sania Mirza (IND) vs Virginie Razzano (FRA)
Anastasia Rodionova (AUS) vs Andrea Hlavackova (CZE)
[27] Jarmila Gajdosova (AUS) vs Alona Bondarenko (UKR)

[24] Dominika Cibulkova (SVK) vs Mirjana Lucic (CRO)
Polona Hercog (SLO) vs Johanna Larsson (SWE)
Mathilde Johansson (FRA) vs (WC) Heather Watson (GBR)
[16] Julia Goerges (GER) vs Anabel Medina Garrigues (ESP)

[10] Samantha Stosur (AUS) vs Melinda Czink (HUN)
Anastasiya Yakimova (BLR) vs Sofia Arvidsson (SWE)
Elena Baltacha (GBR) vs (Q)
[20] Shuai Peng (CHN) vs Kirsten Flipkens (BEL)

[31] Lucie Safarova (CZE) vs Lucie Hradecka (CZE)
Klara Zakopalova (CZE) vs (WC) Emily Webley-Smith (GBR)
Angelique Kerber (GER) vs (WC) Laura Robson (GBR)
[5] Maria Sharapova (RUS) vs Anna Chakvetadze (RUS)

[3] Na Li (CHN) vs Alla Kudryavtseva (RUS)
(WC) Sabine Lisicki (GER) vs Anastasija Sevastova (LAT)
Jie Zheng (CHN) vs Zuzana Ondraskova (CZE)
[30] Bethanie Mattek-Sands (USA) vs (Q)

[18] Ana Ivanovic (SRB) vs Melanie Oudin (USA)
Coco Vandeweghe (USA) vs (WC) Eleni Daniilidou (GRE)
Kristina Barrois (GER) vs Petra Cetkovska (CZE)
[13] Agnieszka Radwanska (POL) vs Olga Govortsova (BLR)

[9] Marion Bartoli (FRA) vs (Q)
Lourdes Dominguez Lino (ESP) vs Romina Oprandi (ITA)
Evgeniya Rodina (RUS) vs Chanelle Scheepers (RSA)
[21] Flavia Pennetta (ITA) vs Irina-Camelia Begu (ROU)

[26] Maria Kirilenko (RUS) vs Alberta Brianti (ITA)
Yaroslava Shvedova (KAZ) vs (Q)
Simona Halep (ROU) vs Bojana Jovanovski (SRB)
[7] Serena Williams (USA) vs Aravane Rezai (FRA)


Parte bassa

[6] Francesca Schiavone (ITA) vs Jelena Dokic (AUS)
Barbora Zahlavova Strycova (CZE) vs (Q)
Ayumi Morita (JPN) vs Tamira Paszek (AUT)
[28] Ekaterina Makarova (RUS) vs Christina McHale (USA)

[22] Shahar Peer (ISR) vs Ksenia Pervak (RUS)
Sorana Cirstea (ROU) vs Pauline Parmentier (FRA)
(Q) vs (Q)
[11] Andrea Petkovic (GER) vs Greta Arn (HUN)

[14] Anastasia Pavlyuchenkova (RUS) vs (Q)
Vesna Dolonts (RUS) vs Nadia Petrova (RUS)
Kateryna Bondarenko (UKR) vs Alize Cornet (FRA)
[17] Kaia Kanepi (EST) vs Sara Errani (ITA)

[25] Daniela Hantuchova (SVK) vs (Q)
(Q) vs (Q)
Sandra Zahlavova (CZE) vs Iveta Benesova (CZE)
[4] Victoria Azarenka (BLR) vs Magdalena Rybarikova (SVK)

[8] Petra Kvitova (CZE) vs (Q)
(WC) Naomi Broady (GBR) vs Anne Keothavong (GBR)
Rebecca Marino (CAN) vs Patricia Mayr-Achleitner (AUT)
[29] Roberta Vinci (ITA) vs Vera Dushevina (RUS)

[19] Yanina Wickmayer (BEL) vs Varvara Lepchenko (USA)
Anastasia Pivovarova (RUS) vs Anna Tatishvili (GEO)
Jill Craybas (USA) vs Alexandra Dulgheru (ROU)
[12] Svetlana Kuznetsova (RUS) vs Shuai Zhang (CHN)

[15] Jelena Jankovic (SRB) vs Maria Jose Martinez Sanchez (ESP)
Monica Niculescu (ROU) vs Sybille Bammer (AUT)
(WC) Katie O'Brien (GBR) vs Kimiko Date-Krumm (JPN)
[23] Venus Williams (USA) vs Akgul Amanmuradova (UZB)

[32] Tsvetana Pironkova (BUL) vs (Q)
Vania King (USA) vs Petra Martic (CRO)
Elena Vesnina (RUS) vs Laura Pous-Tio (ESP)
[2] Vera Zvonareva (RUS) vs Alison Riske (USA)

poseidon

Messaggi : 201
Data d'iscrizione : 2011-06-03
Età : 40
Località : Cava Dei Tirreni(SA)

View user profile

Back to top Go down

WIMBLEDON - LONDRA (£14.600.000):20 giugno-3 luglio 2011 - erba, outdoor

Post  poseidon on Mon 20 Jun 2011 - 7:26

WTA Wimbledon (GBR)

Francesca Schiavone - Jelena Dokic 2 @ 2.22 Eurobet
Sinceramente non vedo la Dokic cosi sfavorita sull'erba...a mio parere il sorteggio a tirato un brutto scherzo alla nostra Francesca,non gli poteva capitare avversaria peggiore....Jelena vanta una semifinale a Wimbledon e ha battuto recentemente la Pennetta su erba giocatrice completa che fa dell'erba il suo pane quotidiano e nei precedenti è avanti 2 a 0 sui veloci d'America,uno risale alla preistoria nel 2000 7-6(4) 7-5 agli U.S. Open e l'ultimo recentissimo di pochi mesi fa a Kuala Lumpur (MAS) con il punteggio di 2-6 7-6(1) 6-4 ,quindi significa che la schiavano soffre e non poco il gioco dell'Austiaca che in questo periodo gode di un forma strepitosa che settimana scorsa gli ha permesso di giocare la finale(sabato) contro una Vinci in versione delux in un match molto combattuto portato a casa solo al terzo set dall'Italiana(6-7(7) 6-3 7-5),ditemi allora amici di bet il perchè non dovremmo giocare la Dokic vincente?!?!?!.......ACCENDIAMO.....Jelena Dokic 2 @ 2.22 Eurobet sunny

poseidon

Messaggi : 201
Data d'iscrizione : 2011-06-03
Età : 40
Località : Cava Dei Tirreni(SA)

View user profile

Back to top Go down

Re: WIMBLEDON - LONDRA (£14.600.000):20 giugno 2011 - erba, outdoor

Post  Sponsored content Today at 1:36


Sponsored content


Back to top Go down

View previous topic View next topic Back to top

- Similar topics

 
Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum